Borussia Moenchengladbach-Roma 2-1 Primo Turno Europa League 2019-'20

Borussia Moenchengladbach-Roma 2-1 Primo Turno Europa League 2019-'20

Roma beffata all'ultimo istante: il discorso-qualificazione si complica, ma nulla è perduto

106
stampa articolo Scarica pdf

Roma nuovamente beffata dal Borussia, ancora una volta a segno nei minuti finali: dopo il pareggio strappato nella gara d'andata (con un rigore inesistente), stavolta una rete nel recupero vale ai germanici una vittoria pesantissima in ottica qualificazione.

I giallo-rossi, dopo un primo tempo deludente, crescono nella ripresa, pareggiando e sfiorando addirittura il goal della possibile vittoria-qualificazione: quando sembra che il pareggio sia ormai acquisito, arriva la goccia gelida del 2-1 teutonico, che rimette tutto in gioco.

La Roma sfiora la rete all'11' con Zaniolo, bravo nell'anticipare tutti su un calcio d'angolo battuto da Veretout, ma poco preciso: l'incornata del giovane romanista termina alta non di molto.

I teutonici, però, non stanno a guardare, facendosi vivi dalle parti di Pau Lopez al 13' con Stindl (destro dalla lunga distanza che termina abbondantemente a lato) e al 16' con Zakaria, che conclude una confusa azione con un destro di poco alto sulla traversa (ma con l'estremo difensore spagnolo sulla traiettoria).

Al 26' i capitolini rischiano di pagar cara un'amnesia difensiva (simile a quella costata il pareggio nella trasferta col Wolfsberger): il sinistro di Benes da fuori area è, però, debole, diventando facile preda del portiere giallo-rosso.

La Roma si rivede al 29', con una bella iniziativa di Pastore, che dopo essersi incuneato nell'area dei germanici vede il suo destro respinto dall'attento Sommer.

Il Borussia passa a condurre al 35', nel modo più beffardo: volata di Thuram sulla sinistra e palla in mezzo, sulla quale Fazio, nel tentativo di liberare, interviene goffamente in scivolata, mettendo nella propria porta.

La prima frazione termina coi padroni di casa in vantaggio 1-0 su una Roma non certo brillante.

La ripresa vede subito un'occasione per parte nel volgere di poche decine di secondi: prima (47') un debole sinistro da fuori area di Dzeko è facilmente parato da Sommer, quindi (48') Stindl non riesce a sfruttare un rimpallo favorevole (generato da un tiro di Thuram deviato e impennatosi “a campanile”), mettendo malamente a lato “da zero metri”.

Col passare dei minuti, la Roma comincia a prendere il sopravvento, sfiorando il pareggio già al 57', con un pregevole destro liftato (indirizzato sotto la traversa) di Pastore sul quale Sommer vola, deviando in angolo.

Il pareggio giunge al 64', ad opera di Fazio, lesto nell'inserirsi su un calcio di punizione di Kolarov, comparendo come uno spettro fra le maglie verdi del Borussia ed insaccando di destro da pochi passi: 1-1, col difensore romanista che si fa “perdonare” l'autorete.

I capitolini potrebbero ribaltare il risultato pochi minuti più tardi, ma al 69', su un bel tocco di Dzeko, Kluivert spreca un contropiede mettendo alto oltre la traversa, "a tu per tu" con Sommer.

Fallita l'occasione per passare in vantaggio, i giallo-rossi controllano la gara fin quasi alla fine: fin quasi, appunto, poiché all'ultima azione (95') giunge la rete della beffa, opera di Thuram, svelto nell'inserirsi in area tra Fazio e Smalling, inzuccando in porta una “sponda” di Plea, per il 2-1 dei padroni di casa.

Ormai non c'è più tempo per recuperare, sicché la Roma viene nuovamente beffata dal Borussia quando ormai pareva tutto finito: all'andata una vittoria si tramutò in pareggio (per un rigore assolutamente inesistente), in questa gara di ritorno il pareggio è divenuto sconfitta.

Ora la situazione del girone vede gli uomini di Fonseca appaiati (a quota 5) allo stesso Borussia, ma svantaggiati dagli scontri diretti, mentre il Basaksehir guida la classifica con 7 punti, avendo piegato per 3-0 in Austria il Wolfsberger (ultimo a 4).

Snodo cruciale per la qualificazione dei romanisti sarà la sfida del prossimo turno, che li vedrà ospiti dello stesso Basaksehir: in caso di risultato positivo, la Roma potrà poi giocarsi l'ultima possibilità nella sfida casalinga col Wolfsberger, approfittando dello scontro diretto tra turchi e tedeschi.

Giuseppe Livraghi

(La fotografia è opera di Emanuele Gambino)

BORUSSIA MOENCHENGLADBACH-ROMA 2-1 (1-0)

RETI: autorete di Fazio (B) al 35', Fazio (R) al 64', Thuram (B) al 95'.

BORUSSIA MOENCHENGLADBACH (4-2-3-1): Sommer; Lainer, Elvedi, Jantschke (dal 28' Hoffmann), Wendt (dall'85' Bensebaini); Ginter, Zakaria; Neuhaus (dal 73' Plea), Venes, Thuram; Stindl. Allenatore: Rose.

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon, Smalling, Fazio, Kolarov; Mancini (dal 59' Diawara), Veretout; Zaniolo (dal 76' Under), Pastore (dall'80' Perotti), Kluivert; Dzeko. Allenatore: Fonseca.

ARBITRO: Jesus Gil Manzano (Spagna).

© Riproduzione riservata