Il Punto Sulla Quattordicesima Giornata Di Serie C

Monza e Reggina ben salde in vetta ai rispettivi gironi, sorpasso del L.R. Vicenza sul Padova nel raggruppamento B

115
stampa articolo Scarica pdf

Due compagini ben salde in vetta e un sorpasso: questo è il responso della quattordicesima giornata del campionato di Serie C.

I due sodalizi saldamente in vetta sono il Monza nel girone A e la Reggina nel girone C.

I “bagai della Brianza”, pur bloccati sul 2-2 interno dalla Carrarese nell'anticipo del sabato (davanti al tifoso illustre Gigi Marzullo), mantengono il +7 sul Renate, secondo in classifica (vittorioso per 2-0 sul campo del Lecco), in una giornata che vede una generale frenata delle compagini del vertice della graduatoria, col Pontedera sconfitto per 1-0 in trasferta dall'AlbinoLeffe, la Robur Siena bloccata sull'1-1 casalingo dal Gozzano e l'Alessandria “inchiodata” sullo 0-0 in quel di Busto Arsizio dalla Pro Patria.

La sfida delle “nobili decadute” tra Novara e Como termina con l'affermazione per 2-1 dei piemontesi (ora attestati al sesto posto).

In coda, continua il momento negativo della Pergolettese (sconfitta per 2-0 sul campo della Pianese e sempre più mestamente ultima), mentre muove la classifica la Giana Erminio, tornata con un buon 1-1 dalla trasferta con la Pro Vercelli.

Delusione, invece, per la Juventus U23, piegata a domicilio per 2-0 da una Pistoiese entrata in zona play-off.

Oltre agli arancioni di Pistoia, ride anche un'altra toscana: l'Arezzo, vittorioso per 2-1 nella sfida casalinga con l'Olbia e ora a +4 sulla “zona calda”.

In sintesi, la marcia del Monza continua alla grande.

La Serie B è ampiamente alla portata dei monzesi, che nella gara con la Carrarese hanno, pur soffrendo, dimostrato d'aver classe e carattere: passati a condurre già al 3' (rete di Marconi), i bianco-rossi hanno saputo reagire al repentino uno-due degli ospiti, pareggiando al 70' con D'Errico e, sostenuti dal folto pubblico accorso al “Brianteo”, sfiorando un successo che sarebbe stato meritato.

L'altro girone che vede una capolista con un discreto margine sulle inseguitrici è il C, dove svetta la Reggina.

Il 2-0 interno sulla Casertana ha, infatti, consentito agli amaranto dello Stretto di mantenere il +5 sulla Ternana, vittoriosa col medesimo risultato al “Libero Liberati” sulla Paganese.

Nel gruppo di compagini in corsa per i play-off, importanti vittorie del Monopoli sulla Viterbese Castrense (1-0 casalingo), del Potenza ad Avellino (2-0) e del Bari a Bisceglie (3-0), mentre rallenta il Catanzaro, che torna con un 2-2 dalla trasferta con la Cavese.

In coda, il 3-1 sul Teramo consente all'AZ Picerno d'uscire dalla zona play-out, nella quale restano impelagate Rieti (piegato per 5-1 sul campo della Vibonese), Rende (nonostante il buon 1-1 maturato in Puglia con la Virtus Francavilla) e Leonzio (tornata sconfitta per 2-1 dal derby esterno col Catania).

Colpo di scena, invece, nel girone B, dove il L.R. Vicenza effettua il sorpasso sul Padova, sconfitto a domicilio per 1-0 dall'Alto Adige: passando, infatti, per 3-0 al “Nereo Rocco” sulla Triestina, i vicentini si portano al primo posto, con un punto di vantaggio sugli altoatesini e sui padovani.

Del passo falso dei bianco-scudati traggono vantaggio anche Carpi e FeralpiSalò, entrambe vittoriose in trasferta (rispettivamente per 1-0 sull'Arzignano Valchiampo e per 2-1 a Ravenna) e portatesi a -4 e -5 dalla vetta.

Sempre in zona play-off, bella vittoria esterna (2-0) della Virtus Verona sulla Fermana e affermazioni casalinghe di Piacenza (1-0 sul Gubbio) e Sambenedettese (2-0 al Rimini).

Rallenta, invece, il Reggio Audace, bloccato sullo 0-0 a Cesena: i granata della "Città del Tricolore" distano tre lunghezze dal primo posto.

Nella “zona calda”, l'Imolese (terzultima) strappa un pareggio 1-1 a Pesaro con la Vis, mentre l'Alma Juventus Fano, perdendo per 2-1 lo scontro diretto esterno col Modena, resta solitaria all'ultimo posto.

Giuseppe Livraghi

© Riproduzione riservata