Euro 2020, L'Italia Nel Girone Con Turchia, Svizzera E Galles

Euro 2020, L'Italia Nel Girone Con Turchia, Svizzera E Galles

Esordio il 12 giugno coi turchi, quindi il 17 impegno con gli elvetici e il 21 sfida ai britannici. Di ferro il raggruppamento F, con Germania, Francia, Portogallo e la vincente di un play-off (Lega A o Lega D) della Nations League

79
stampa articolo Scarica pdf

Turchia, Svizzera e Galles: queste saranno le avversarie dell'Italia nella prima fase del Campionato Europeo 2020, che per l'edizione del sessantenario sarà per la prima volta “itinerante”, non avendo un'unica Nazione ospitante.

Gli Azzurri, inseriti nel girone A, giocheranno i loro incontri a Roma (mentre la città ad ospitare gli altri incontri di tale raggruppamento sarà l'azera Baku): l'esordio avrà luogo il 12 giugno con la Turchia, quindi sarà la volta di Italia-Svizzera il successivo 17 giugno e di Italia-Galles il 21.

Agli ottavi di finale accederanno le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori terze, come nella precedente edizione.

La Turchia, con la quale avrà luogo l'esordio degli uomini di Roberto Mancini, giunge alla kermesse europea in virtù del secondo posto nel girone H di qualificazione, alle spalle della Francia, ma dinanzi a Islanda, Albania, Andorra e Moldavia.

Secondo posto (nel girone E) anche per il Galles, abile nel conquistare il “biglietto” europeo vincendo il decisivo scontro diretto casalingo (dell'ultima giornata) con l'Ungheria: 2-0 e “dragoni” promossi, alle spalle della Croazia, ma precedendo la Slovacchia, i magiari e l'Azerbaigian.

La Svizzera, invece, si presenta all'Europeo quale vincitrice del proprio raggruppamento (il D) di qualificazione, davanti a Danimarca, Irlanda, Georgia e Gibilterra.

Dando uno sguardo alle avversarie degli Azzurri, bisogna riconoscere che è un girone più che accettabile: la Svizzera è una buona squadra, con individualità importanti, ma senza dubbio alla portata dell'Italia, così come lo è la Turchia, compagine che (come accade nei club) ha nell'agonismo il proprio punto di forza.

L'avversario più ostico appare il Galles, di certo la meno britannica della Nazionali d'Oltremanica, semifinalista nella precedente edizione (Francia 2016) e forte di elementi del calibro di Gareth Bale e Aaron Ramsey (autore di entrambe le realizzazioni nel decisivo successo 2-0 coi magiari nell'ultima partita delle qualificazioni).

Uno sguardo agli altri gironi: il B è composto da Danimarca, Finlandia (un'esordiente), Belgio e Russia, il C da Olanda, Austria, Ucraina e la vincente dei play-off di Lega A o di Lega D della Nations League, il D da Inghilterra, Croazia, Repubblica Ceca e la vincente dei play-off della Lega C della Nations League, l'E da Spagna, Svezia, Polonia e la vincente dei play-off di Lega B della Nations League, l'F da Portogallo, Francia, Germania e la vincente dei play-off della Lega A o della Lega D della Nations League.

Se il raggruppamento dell'Italia è sostanzialmente accettabile, di ferro appare l'F, composto dalla Germania, dai Campioni del Mondo della Francia e dai Campioni d'Europa (e della Nations League) del Portogallo.

Per conoscere quali Nazionali si qualificheranno mediante i play-off della Nations League bisognerà attendere il prossimo mese di marzo, quando avranno luogo le semifinali e la finale di ciascuna Lega.

Fra le compagini in corsa, figura anche l'Ungheria dell'italiano Marco Rossi, che il 26 marzo affronterà in trasferta la Bulgaria nella semifinale: in caso di successo, nella finale del successivo 31 marzo si giocherà il “biglietto” per Euro 2020 (del quale il Paese magiaro è uno degli organizzatori, ospitando alcune gare nella capitale Budapest) con la vincente della sfida Islanda-Romania.

Giuseppe Livraghi


© Riproduzione riservata