Che Calcio Sarà

Dopo la Serie A, stop a tutti i campionati. Rinviate le partite di Champions ed Europa League

stampa articolo Scarica pdf

Strano a dirsi, ma in me che non si dica, ci siamo abituati a stare senza Serie A. Oggi, in un normale sabato di marzo, avremmo seguito le conferenze stampa, le ultime dai campi o forse le formazioni degli anticipi. Invece stiamo in coda al supermercato a pensare a cosa ne sarà della nostra squadra del cuore. Mentre l’Atalanta vinceva a Valencia confermandosi ottima squadra che alla sua prima volta in Champions volava ai quarti, Roma e Inter disfacevano le valigie dei  loro impegni Europei per il blocco dei voli da e per la Spagna. La Lazio dopo Juventus-Inter salutava il suo primo posto e forse quel sogno chiamato scudetto. Quindi, che calcio sarà?

In settimana, mentre chi poteva restava in casa, ai piani alti del calcio, con tempi e modi differenti, si parla del futuro del calcio in Italia e in Europa. Questi i possibili scenari.

Champions ed Euro2020

La Uefa ha rinviato tutte le partite delle competizioni UEFA per club. Tra queste, le rimanenti partite di ritorno degli ottavi di Champions League del 17 e 18 marzo, tutte le partite di ritorno degli ottavi di Europa League del 19 marzo e tutte le partite dei quarti di Youth League del 17 e 18 marzo 2020. Rinvio quindi per Juventus-Lione, Bayern-Chelsea, previsto il 18 a porte chiuse e Barcellona-Napoli, visto anche il blocco aereo da e verso la Spagna. Stop anche all'Europa League e alle 6 partite previste dal calendario, in attesa di decisioni su Inter-Getafe e Siviglia-Roma. E stop alla Youth League. Martedì prossimo in una riunione con tutti gli stakeholder, federazioni, leghe, club e calciatori, si dovrebbe decidere il futuro di Euro 2020.

Serie A

Ufficialmente la Serie A riprenderà il 3 aprile. In realtà, le squadre hanno definitivamente interrotto anche i loro allenamenti e si vagliano attentamente tre ipotesi. La prima è quella dei play off e play out: in ballo per lo scudetto le prime quattro (Juve, Lazio, Inter ed Atalanta) e per la retrocessione le ultime quattro (Genoa, Lecce, Spal e Brescia). . La seconda sarebbe quella di congelare la classifica alla 26esima giornata rendendola definitiva ai fini della lotta per il titolo: in questo caso sarebbe di nuovo la Juve a vincere il suo nono Scudetto consecutivo per avere un punto in più sulla Lazio seconda (63 a 62). L'ultima ipotesi potrebbe essere quella di non assegnare lo Scudetto e di congelare i 20 posti di A per il campionato dell'anno prossimo, escludendo di fatto l'assegnazione del titolo e le retrocessioni. Tutte ipotesi possibili ma comunque difficili da attuare.

Enrica Di Carlo

Foro Emanuele Gambino 

© Riproduzione riservata