La Nazionale Italiana Di Calcio Festeggia I 110 Anni Di Storia

La Nazionale Italiana Di Calcio Festeggia I 110 Anni Di Storia

A bocce ferme, ieri è passato quasi in sordina un importante anniversario.

stampa articolo Scarica pdf

Nella giornata di ieri, 15 maggio, è ricorso il 110° anniversario dell'esordio della Nazionale di calcio italiana. Un giorno importante, in cui arrivò una vittoria con punteggio tennistico (6-2) contro la Francia in un match ufficiale, che però è stato più volte confuso con quello della comparsa dell’iconica maglia azzurra, che invece fece il suo esordio soltanto successivamente.

La prima partita dell’Italia, disputata appunto il 15 maggio 1910, vide infatti i nostri ragazzi scendere in campo indossando una maglia completamente bianca ed arricchita da un nastro tricolore. Una scelta effettuata per indecisione sul colore da adottare, per cui non si trovava un accordo. Un fatto banale, ma sufficiente a protrarre la decisione al 6 gennaio dell’anno successivo, quando in occasione di un’amichevole contro l’Ungheria fu indossata per la prima volta la divisa azzurra, poi mai più abbandonata, confinando quella precedente al ruolo di seconda maglia che tuttora resta in vigore.

Al di là di questo, tanti sportivi nostrani hanno voluto onorare l’anniversario in attesa di poter vedere nuovamente scendere gli azzurri in campo. Non ha mancato di farlo l’attuale CT Roberto Mancini, che quest’anno avrebbe dovuto guidare la nazionale all’europeo itinerante rimandato al 2021 e l'ha fatto ricordando un curioso episodio che lo vide protagonista con Bearzot, CT campione del mondo, che andò su tutte le furie a causa di una sua notte brava passata fuori dal ritiro.

Molti anche i Tweet da parte di calciatori ed ex-calciatori come Del Piero, che ha ricordato quando fece parte della spedizione che nel 2006 salì sul tetto del mondo guidata da Cannavaro, che ha postato a sua vlta la foto con la Coppa in mano esattamente come ha fatto Marco Tardelli, eroe del Mundial spagnolo del 1982. Non è mancato il contributo da parte del calcio femminile, movimento sempre più in crescita nel nostro paese, con l’attaccante bianconera Cristiana Girelli che ha scelto di avvolgersi nella bandiera tricolore per gridare al mondo il suo orgoglio di fare parte della nazionale azzurra.

© Riproduzione riservata