L’Inghilterra Di Southgate E Il Sogno Euro 2021

I Tre Leoni possono davvero conquistare il Campionato europeo?Colpire le favorite Belgio, Francia e Spagna nel loro punto debole

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf



Se i Tre Leoni sono tornati a ruggire, come non accadeva da un po' di tempo a questa parte, il merito è tutto di Gareth Southgate. L’allenatore dell’Inghilterra, ex bandiera di Crystal Palace, Aston Villa e Middlesbrough, è finalmente riuscito a dare un’identità ben precisa alla Nazionale che guida dal 2016 e che ora ha imparato a vincere e a convincere. L’Inghilterra – lo ricordiamo – ha perso solamente 3 delle ultime 15 partite, e nel Gruppo I delle Qualificazioni mondiali sta già facendo capire a tutti chi comanda, visto che si è liberata facilmente di San Marino, Albania e Polonia. E c’è riuscita non solo grazie alla vena realizzativa di Kane, ma soprattutto grazie alla compattezza tra i reparti, arma micidiale con cui riesce a ottenere risultati molto positivi. Contro la Polonia, per fare un esempio, i Tre Leoni sono riusciti a dominare l’avversario in maglia biancorossa schierando le tre linee che sono apparse fin dal calcio di inizio ben messe in campo. C’è voluto qualche anno e soprattutto c’è voluto insistere su un allenatore non esperto come Southgate, ma l’attesa sta pagando. L’Inghilterra, fuori dalle semifinali di Nations League ma solo perché davanti a sé ha trovato un Belgio straripante, è pronta a dire la sua a Euro 2021. Ma quanto potrà andare lontano? Stando agli ultimi risultati ottenuti diremmo lontanissimo, soprattutto se continuerà a sfoggiare la sua solita compattezza.


Se l’Inghilterra di Southgate giocherà come nell’ultimo anno e mezzo, ossia con quell’attenzione che le ha permesso di divenire una squadra quadrata i cui reparti non tendono quasi mai a sfilacciarsi, allora potrà anche riuscire a imporsi a Euro 2021. Vero è che la concorrenza è tanta ed è agguerrita, come testimoniato dalle quote europei che danno tra le favorite per la vittoria finale non solo la giovane e bella Italia di Mancini ma anche il Belgio di Martínez e ovviamente la Francia di Deschamps. Però c’è un però: tranne gli Azzurri che sanno come chiudere tutti gli spazi, e in questo sono molto simili ai Tre Leoni, le altre rivali per la conquista dell’Europeo “vivono” più che altro di folate, di veementi ripartenze che lasciano loro il fianco scoperto in caso di attacchi in contropiede. Detto più semplicemente: il Belgio, la Francia e la Spagna non sono impeccabili quando devono ricompattarsi “switchando” da transizione offensiva a transizione difensiva. Ed è quello il loro punto debole su cui dovrà insistere l’Inghilterra se vorrà avere la meglio su Nazionali che hanno sì maggior qualità a livello individuale, ma allo stesso tempo sono meno coese come gruppo.

Kane, Sancho, Sterling e Alexander-Arnold: 4 interpreti in grado di stupire

È andando ad analizzare le rose che notiamo degli aspetti interessanti. L'Inghilterra, come sappiamo, a differenza di Francia e Belgio non dispone di fenomeni come Mbappé o come Lukaku, capaci di cambiare in un amen le sorti di qualsiasi partita, però ha pur sempre 4 interpreti in grado di stupire e su cui fare assoluto affidamento. Parliamo di Kane, Sancho, Sterling e Alexander-Arnold. Questi calciatori sanno unire qualità a quantità, e la qualità quando si vuol provare a vincere un Europeo è proprio quel che serve. Un discorso a parte merita Harry Kane. L'attaccante del Tottenham da un po' di tempo è alle prese con continui infortuni – indimenticabili sia l’infortunio a entrambe le caviglie di inizio anno sia lo strappo femorale del periodo 2019-2020 che lo ha costretto ai box 67 giorni – che ne stanno condizionando l’esplosività. Una notizia non bellissima, questo è certo, ma fortunatamente ci pensa il collettivo a sopperire a questa mancanza. I Tre Leoni, insomma, hanno più motivi per sorridere che per rammaricarsi, e un motivo è proprio quella compattezza che potrebbe farli arrivare lontano, fino alla finale di Wembley dell’11 luglio.

Marco Dal Puppo

© Riproduzione riservata

Multimedia