SARRI LAZIO ARRIVA LA FIRMA E L'ANNUNCIO DI LOTITO

Giorno importante in casa biancoceleste: Maurizio Sarri è il nuovo allenatore della Lazio, a breve il comunicato. Intanto Claudio Lotito parla di Flaminio

stampa articolo Scarica pdf

Ore importanti in casa biancoceleste: dopo 10 giorni di trattativa, arriva la firma più importante dell'era Lotito. Maurizio Sarri è il nuovo allenatore biancoceleste: contratto biennale con opzione per il terzo, ingaggio da tre milioni l'anno, più un milione tra i vari bonus. Un contratto importante, per un allenatore importante, anzi il nome più vincente dei 17 anni di presidenza di Claudio Lotito. Dopo l'addio (o il ripensamento) di Simone Inzaghi, nonostante gli ottimi risultati raggiunti, occorreva il passo importante per il salto di qualità atteso da tempo ed è arrivato con l'allenatore toscano che rappresenta un notevole  cambiamento rispetto al passato in tema di ambizioni ed obiettivi. L' allenatore, dopo aver vinto uno scudetto con la Juventus, è stato fermo un anno prima di approdare in biancoceleste e il suo arrivo implica una serie di scelte importanti in tema di staff, ma soprattutto di calciomercato. Ecco perchè questi fattori, insieme alla mentalità, all'esperienza e ai titoli di Maurizio Sarri, hanno mandato in estati l'ambiente biancoceleste che vede finalmente la crescita della dirigenza laziale.

Claudio Lotito - A margine della premiazione della Lazio Women al Campidoglio, il Presidente Lotito dice qualcosa di ancora più "laziale" dell'annuncio del tecnico e parla addirittura di Stadio Flaminio.  "E’ interesse della Città se si ottengono certi risultati e vorrei che la nostra Capitale, che ha già nel suo stemma l’Aquila Imperiale, migliori costantemente e che possa farlo con la Lazio" queste le parole del Presidente in merito al Flaminio, che ha aggiunto: "Mi sono chiesto: quella struttura si può coprire? Poi, ci sono parcheggi? Insomma, ci sono tre o quattro temi che vanno valutati e poi si vedrà. Quello non è uno stadio a norma UEFA. Comunque, ci sediamo al tavolo con la sindaca per parlare di tutti i temi e vedremo cosa succederà. Stavo riflettendo tempo fa su questo e siccome la sindaca Raggi è una persona molto aperta abbiamo visto che la Città ha bisogno di aiuto e noi siamo a disposizione per farlo. Penso che la Città di Roma abbia bisogno di uno stadio di riferimento per la Lazio: noi non ci siamo ancora fatto avanti, come ha fatto la Roma, ma adesso siamo a disposizione".

Parole importanti che fanno sognare i tifosi della Lazio. E Simone Inzaghi sembra già un ricordo. 

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata