LAZIO PRIMAVERA IN SERIE B ORA RIFONDARE E RIPARTIRE

La Lazio Primavera retrocede per la seconda volta in tre anni. Ripartire da Calori, ma con nuove idee

stampa articolo Scarica pdf

Era nell’aria, ma la sentenza ufficiale è arrivata nella sconfitta per 2 a 1 subita contro il Bologna nella gara di ritorno dei play out: la Lazio Primavera è retrocessa e questa è la seconda volta in 3 anni. Dopo il pareggio per 1 a 1 nella gara d’andata, inutile il gol nel primo tempo di Raul Moro: nella ripresa Ruffo pareggia i conti e nel primo tempo spirituale Rocchi trova la rete che condanna la Lazio. Le speranze erano tutte appese agli ultimi 90 minuti di una stagione totalmente deludente per i giovani biancocelesti. Secondo il regolamento attuale, infatti, la Lazio penultima in classifica non è stata automaticamente retrocessa, ma poteva salvarsi attraverso i play out. Nulla di fatto e la sconfitta con conseguente retrocessione sancisce il fallimento della gestione della Primavera biancoceleste. La stagione l’ha vista soffrire anche nell’ultima giornata contro l’Ascoli, ultima del campionato. Quando i risultati erano ormai compromessi, la mossa biancoceleste è stata esonerare l’allenatore Menichini per chiamare sulla panchina Alessandro Calori, ex giocatore del Perugia, autore del gol contro la Juventus che consegnò alla Lazio il suo secondo scudetto della sua storia. Un cambiamento che non ha portato frutto in termini di risultati perché la Lazio ha continuato a perdere subendo gol a raffica. 

E la Lazio Primavera ripartirà dalla Serie B e da Alessandro Calori, che ha firmato un contratto fino al 2022. Anche i giovani biancocelesti dovranno dimenticare i “fasti” con Simone Inzaghi e i giovani lanciati: senza andare a ripescare i vari Nesta o Di Vaio, anche Strakosha e Cataldi, al momento in prima squadra, sono frutto del vivaio biancoceleste. Ad oggi, gli occhi sono puntati su Raul Moro, ma ancora non sembra pronto per la prima squadra, così come Armini. Soprattutto, però, da analizzare a livello dirigenziale come ristrutturare le giovanili biancocelesti: ad oggi, il direttore Igli Tare è a capo anche della Primavera e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. 

Enrica Di Carlo

Foto LazioTwitter 

© Riproduzione riservata