Fiorentina-Napoli 1-2 Settima Giornata Serie A 2021-'22

Fiorentina-Napoli 1-2 Settima Giornata Serie A 2021-'22

La settima sinfonia di Don Luciano

stampa articolo Scarica pdf

Un buon primo tempo e sprazzi brillanti nella ripresa non bastano alla Fiorentina per arginare un Napoli concreto e con molta qualità.

I viola recriminano sul pareggio rocambolesco a fine primo tempo (Dragowski para il rigore poi subisce una carica prima del tiro vincente di Lozano), ma sul piano del gioco la capolista è più avanti, più precisa e alla fine il risultato ci sta. Bene Odriozola, non bene Callejon, in ombra Pulgar, Duncan e Biraghi, Quarta fa una cosa buona (il gol) e un'altra pessima (il fallo da rigore), la difesa prende un gol su palla inattiva e nel complesso non è al top, Vlahovic non trova spazi (ma fa un assist) e Gonzalez non è nella serata migliore. Insufficiente l'arbitraggio: forse per una gara così occorreva un direttore di gara più esperto.

Il Napoli pressa molto alto e la Fiorentina aspetta per colpire in contropiede. I viola sviluppano la manovra sino da Dragowski, molto sollecitato dai disimpegni dei compagni, per poi salire con un insistito possesso palla. Al 17' al termine di una lunga manovra, gran tiro di Pulgar e Ospina para con difficoltà. Sugli attacchi del Napoli i viola chiudono bene, ma il continuo fraseggio nella propria area di rigore crea qualche apprensione ai tifosi gigliati. Anche il pressing viola è efficace e sulla destra Odriozola e Callejon fanno un ottimo lavoro. Al 26' su angolo di Callejon Milenkovic alza troppo la mira di testa. La Fiorentina cresce in qualità e dinamismo. Così, al 29' Vlahovic serve un pallone al centro che Martinez Quarta trasforma al volo in mezzo alla difesa del Napoli. E' l'1-0. Al 33' Napoli pericoloso con Lozano: bravo Dragowski a respingere. Al 36' Quarta si fa andare via Osimen e lo abbatte in area. Rigore netto. Insigne tira, Dragowski para e poi respinge ancora sulla ripresa di Insigne che frana addosso al portiere viola. A quel punto, a porta vuota segna Lozano. Grandi proteste viola per un fallo sul portiere. L'arbitro convalida.

Secondo tempo - Avvio choc per i viola che al 4' su punizione di Zielinski si fanno sorprendere di testa da Rrhamani. Grave la disattenzione difensiva su calcio piazzato. Reazione viola con una lunga azione all'11' e poi su corner una mischia in area napoletana con nessuno dei viola che riesce a infilarla. Al 15' gran tiro di Sottil entrato al posto di Callejon. Al 16' il Napoli si divora il terzo gol con Elmas che non arriva in scivolata su un assist di Osimhen. Ottimo l'impatto sulla partita di Sottil che mette in difficoltà il Napoli con qualche incursione. Italiano inserisce Torreira al posto di Pulgar (insufficiente il cileno). Gli attacchi viola sono generosi ma disordinati e gli innesti di Kokorin, Maleh e Benassi non cambiano la gara. Il Napoli controlla, i viola hanno coraggio, ma non hanno più energie e lucidità.

Fabio Semprini Cesari

Fonte della fotografia: Emanuele Gambino (Unfolding Roma Magazine)


© Riproduzione riservata