Inter-Venezia 2-1 Ventitreesima Giornata Serie A 2021-'22

Inter-Venezia 2-1 Ventitreesima Giornata Serie A 2021-'22

BARELLA E DZEKO ABBATTONO IL MURO DEL VENEZIA

stampa articolo Scarica pdf

Dopo i dubbi sulla disputa o meno della gara in funzione delle tante assenze a causa del Covid 19 che hanno colpito il Venezia, per l’Inter è il momento di scendere in campo in una gara che potrebbe essere davvero pesante per la classifica.

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 36 Darmian, 23 Barella, 77 Brozovic, 20 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro.

A disposizione: 21 Cordaz, 97 Radu, 2 Dumfries, 5 Gagliardini, 7 Sanchez, 8 Vecino, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 22 Vidal, 32 Dimarco, 33 D'Ambrosio.

Allenatore: Simone Inzaghi.

VENEZIA (3-5-2): 12 Lezzerini; 32 Ceccaroni, 31 Caldara, 13 Modolo; 44 Ampadu, 21 Cuisance, 5 Vacca, 8 Tessmann, 19 Ullmann; 77 Okereke, 14 Henry.

A disposizione: 1 Maenpaa, 91 Neri, 3 Molinaro, 11 Sigurdsson, 16 Fiordilino, 20 Nani, 23 Kiyine, 40 Makadji, 42 Peretz, 56 Mozzo, 57 Issa, 58 Pecile.

Allenatore: Alberto Bertolini.

Diffidati: Lautaro, Vidal, Brozovic (I); Aramu, Ceccaroni, Heymans (V).

Squalificati: -

LA SQUADRA ARBITRALE:

Arbitro: Marchetti.

Assistenti: Lombardi, Dei Giudici. Quarto Uomo: Colombo.

VAR: Mazzoleni. Assistente VAR: Mastrodonato

LA PARTITA:

Gara che prende il via su ritmi piuttosto interessanti e sono subito i nerazzurri a stabilirsi con decisione nella metà campo avversaria con l’intenzione piuttosto chiara di sbloccare il risultato. Un primo tentativo da parte di Dzeko ed un paio di conclusioni dalla distanza di Calhanoglu e Brozovic sono le prime chiamate della partita che arrivano dalle parti di Lezzerini, ancora titolare tra i pali della porta del Venezia. La prima occasione per la formazione lagunare si trasforma nel gol del vantaggio con una ripartenza che vede la conclusione di Henry che colpisce di testa deviando in porta un cross di Ampadu, che anche grazie ad un intervento non irreprensibile di Handanovic porta in vantaggio i suoi al 19º minuto di gioco. La reazione della squadra guidata da Inzaghi è molto convincente dal punto di vista del predominio territoriale ma i nerazzurri mancano di pericolosità offensiva per parecchi minuti. Sono però poche le conclusioni che i padroni di casa riescono a costruire in questa parte della partita nonostante il gioco si sviluppi sostanzialmente in una sola metà campo. Al 40º l’Inter riesce a rimettere in equilibrio il punteggio. Una combinazione tra Darmian e Perisic porta al tiro al croato, la conclusione viene respinta da Lezzerini ma sul pallone si avventa Barella che da distanza ravvicinata realizza il gol. Negli istanti conclusivi della prima frazione di gioco ci sono proteste per un potenziale tocco di mano di un difensore del Venezia in area di rigore ma l’arbitro dopo un lungo confronto con la sala V.A.R. decide che è tutto regolare e pone fine al primo tempo.

Inzaghi prova ad intervenire subito con alcuni cambi ad inizio ripresa e la supremazia territoriale dell’Inter si fa progressivamente sempre più consistente anche se il Venezia mantiene con ordine la protezione della propria retroguardia. Nonostante si continui a giocare in una sola metà campo il reparto offensivo dei nerazzurri sembra essere in una serata piuttosto negativa dando la sensazione che soltanto un calcio piazzato possa sbloccare favorevolmente la gara. In questo senso ci prova Federico Dimarco con una conclusione dal limite dell’area sugli sviluppi di un calcio piazzato conquistato da Barella che questa sera si è confermato tra i migliori dei suoi. Inzaghi manda sul terreno di gioco Sanchez al posto di Lautaro e poi toglie Barella per far entrare Vidal ma soprattutto poco dopo l’ora entra Dumfries. L’olandese riesce a ad essere un’arma in più vincendo il duello individuale col proprio avversario ed è proprio sulla sua fascia che nasce l’azione che oltre il 90º porta i tre punti in casa Inter. Dumfries riesce infatti ad arrivare sul fondo e mettere in mezzo un pallone che Dzeko riesce a girare verso la porta con efficacia nonostante il tentativo di intervento aereo di due giocatori del Venezia. L’attaccante bosniaco segna dunque il gol a tre punti e mette a posto il voto della sua serata fino a quel momento assolutamente insufficiente. Nei minuti di recupero l’Inter si divora anche il terzo gol con una ripartenza collettiva che mette Vidal nelle condizioni di calciare a rete da due passi ma il cileno calcia addosso a Lezzerini. Un errore di precisione che comunque non pesa perché pochi istanti dopo l’arbitro fischia la fine della gara. Per l’Inter arriva dunque una vittoria importante che permette ai nerazzurri di approcciare ai prossimi impegni con più serenità anche in considerazione della difficile sfida tra Milan e Juventus che chiuderà questo turno di campionato.

Federico Ceste

Fonte della fotografia: Roberto Proietto

© Riproduzione riservata