Lazio Milan 4 0 I Protagonisti Del Poker Biancoceleste

Milinkovic e Zaccagni nel primo tempo. Luis Alberto e Anderson nella ripresa. Gli autori dei quattro gol della Lazio che stendono il Milan

stampa articolo Scarica pdf

La apre Milinkovic, con un gran sinistro dopo appena 4 minuti di gioco. Si proprio lui, che sembrava distratto nelle ultime partite, di cui si diceva che aveva perso gli stimoli, che la testa era già altrove. Non per Maurizio Sarri che ha sempre sostenuto che le sue ultime partite erano “serie”, più di forma che di sostanza, proprio per ovviare a qualche problema fisico che si trascinava dal mondiale. Aspettavamo, come Sarri, che tornasse al 100%, eliminando qualca frivolezza di troppo. Quelle frivolezze che gli costano il giallo, per il fallo su Leao, o che rischiano di fargli perdere iol pallone a centrocampo al 40^. E’ ovunque e scaccia via le prime critiche da quando indossa la maglia biancoceleste con una prestazione sontuosa, la migliore contro il Milan, contro cui ha sempre sofferto.

Manca Ciro Immobile e Mattia Zaccagni si reinventa bomber. Firma il suo ottavo gol in stagione, confermando una forma strepitosa. Timbra il cartellinoa l 38^. Pedro ha i piedi d’oro e serve per Marusic. Il suo tiro è da posizione defilata, ma beffa Tatarusanu e colpisce il palo. Zaccagni è lì e la deve solo buttare dentro.

Tarda l’appuntamento col gol Felipe Anderson. Lo sfiora in un paio di occasio: al 35^ Pedro ruba il pallone, supera tutta la difesa del Milan e arriva in fondo, palla al piede. L’assist all’indietro per Anderson è un cioccolatino che va solo buttato dentro, ma non ci arriva il brasiliano. Al 60^ parte in posizione irregolare: pochi centrimetri gli negano la gioia del gol ancora una volta. Al 65^ inventa sempre lui: recupera, riparte, imprendibile che sia sulla destra o sulla sinistra. Questa volta l’assist è per Pedro che sul dischetto è fermato in modo faolloso da Kalulu. Non ci sono dubbi, è rigore per la Lazio e lo trasforma Luis Alberto. L’Olimpico esplode: la Lazio ne fa tre al Milan Campione d’Italia. Non è finita: anche Felipe si regala la gioia del gol al 75^. Arriva a tu per tu con il portiere e questa volta è freddo, glaciale. Cala il poker e inizia la festa laziale.

Enrica Di Carlo Foto Gianandrea Gambini

© Riproduzione riservata