Marsiglia-Lazio 1-3

Lazio corsara a Marsiglia, la qualificazione ora è più vicina

229
stampa articolo Scarica pdf


LAZIO CORSARA Tris Lazio a Marsiglia. I biancocelesti espugnano il Velodrome e iniziano ad intravedere la qualificazione ai sedicesimi. Una Lazio praticamente perfetta questa sera, forse la più brillante della stagione. Bella in avanti, bella in difesa, bella in mezzo al campo. Ha dato una lezione di calcio e zittito i tafferugli avvenuti nelle ore precedenti. Gli ex romanisti Garcia e Strootman incassano il colpo e rimangono in fondo al girone ad un punto. Già Strootman, nel calcio come nella vita esiste la rivincita, la vendetta, quella da servire fredda. E così il primo gol è di Wallace, la sua zuccata che vale il vantaggio è molto più di un semplice gol in Europa League: spesso criticato, il brasiliano si rifà di quel famoso errore nel derby che diede il via alla rete di Strootman. Giusto così. La Lazio è padrona del campo, il Marsiglia accusa il colpo e sembra un pugile suonato. Caceres e Immobile sfiorano il raddoppio, ma il primo tempo va più che bene. Inzaghi può godersi la sua squadra. Evidentemente il Marsiglia gli porta bene, storico il suo poker nella partita di Champions nel 2000.
RIPRESA Inizia subito col forfait di Leiva (problemi muscolari), al suo posto Marusic che risulterà decisiva. La Lazio parte come nel primo tempo: fresca, veloce e concreta. E così Immobile lancia Caicedo che col mancino non sbaglia. Bravo il numero 20 che quest'anno si sta togliendo diverse soddisfazioni, risultando un'ottima alternativa per Inzaghi.  Da qui i biancocelesti gestiscono il match, i francesci tentano di affacciarsi dalle parti di Strakosha ma la difesa laziale è un muro. E infatti il gol di Payet, a cinque minuti dallo scadere, nasce dalla punizione perfetta del 10 di Garcia. Solo su calcio piazzato questa difesa avrebbe potuto prendere gol.
La Lazio non ci sta, vuole uscire dal Velodrome con i tre punti senza soffrire nel finale. E così Marusic inventa una perla. Contropiede 3 contro 3, il montenegrino "snobba" i suoi due compagni, doppio passo e sinistro sotto l'incrocio che lascia Mandanda sul posto. 3-1 Lazio. Applausi per Marusic, che si toglie anche lo sfizio di ammutolire il pubblico francese.
Meglio di così non poteva andare. Ora la qualificazione è più vicina, la banda Inzaghi dovrà gestire i cinque punti di vantaggio in tre partite. Prossimo appuntamento fissato per giovedì 8 novembre, contro ci sarà ancora il Marsiglia.

Il tabellino

Marsiglia-Lazio 1-3


Marcatore: 10' Wallace (L), 59' Caicedo (L), 86' Payet (O), 90' Marusic (L)


MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda; Sakai, Rami, Kamara, Amavi (80' Sarr); Luiz Gustavo, Strootman; Sanson (66' N'Jie), Payet, Ocampos; Mitroglu (66' Germain). A disp.: Pelè, Caleta-Car, Lopez, Radonjic. All. Rudi Garcia


LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Caceres, Parolo, Leiva (48' Marusic), Milinkovic, Lulic (62' Berisha); Caicedo (74' Cataldi), Immobile. A disp.: Proto, Bastos, Luiz Felipe, Rossi. All. Simone Inzaghi


Arbitro: Jesús Gil Manzano (ESP)

 Fabio Pochesci

© Riproduzione riservata