L’irriconoscibile Metamorfosi Negativa Di Ivan Perisic

L’irriconoscibile Metamorfosi Negativa Di Ivan Perisic

Il giocatore croato sta disputando una delle peggiori stagioni della sua carriera: si va verso la cessione a gennaio o giugno?

stampa articolo Scarica pdf

Il posticipo serale della 14ª giornata di campionato che ha visto la Roma ed Inter dividersi la posta in palio al termine di una partita piuttosto intensa che entrambe le formazioni avrebbero potuto sia vincere che perdere per quanto mostrato in campo, ma alla fine hanno ottenuto un pareggio probabilmente abbastanza inutile per entrambe le compagini. Questa partita ha evidenziato per l’ennesima volta come uno dei giocatori più attesi tra i nerazzurri stia avendo una stagione estremamente deludente: stiamo parlando di Ivan Perisic.

Il giocatore croato anche in occasione della gara dell’Olimpico si è dimostrato uno dei peggiori in campo e non ha mai garantito quella qualità offensiva utile nel saltare l’uomo che spesso in passato lo aveva reso uno dei valori aggiunti a disposizione dei suoi allenatori. Il progetto di questa stagione nerazzurra aveva fatto di Perisic un punto cardine ma il rendimento dell’esterno croato continua ad essere ben lontano dalla sufficienza.

In questo senso certamente il giocatore sta pagando un’estate estremamente dispendiosa a livello di energie profuse con la sua nazionale nella cavalcata che ha portato la Croazia a disputare la finale della competizione, però è altrettanto vero che ora sono passati diversi mesi dall’inizio della nuova stagione ed il rendimento continua ad essere piuttosto scadente.

Ecco perché appare davvero fuori luogo l’ostinazione con cui mister Spalletti continua a riproporre tra i titolari inamovibili Perisic nonostante la presenza di diverse alternative da poter ruotare per coprire quella posizione di campo che vanno da Kéïta e Politano per finire a Lautaro Martínez e Candreva. Oltretutto pare che lo stesso Perisic voglia fare un’esperienza nella Premier League inglese, come rivelato in occasione della conferenza stampa di vigilia della sfida di Champions League di Londra. Anche per questo motivo nell’ottica di conservare il valore del cartellino, che la scorsa estate superava i 50 milioni di euro potrebbe essere utile concedere un periodo di riposo che possa consentire al giocatore di recuperare una condizione psicofisica ottimale prima dell’apertura della finestra invernale di mercato dove chissà il Manchester United potrebbe tornare alla carica offrendo uno scambio con Martial.

Il pareggio con la Roma ha complicato molto i piani a livello di classifica dei nerazzurri, a maggior ragione considerando che il prossimo impegno della squadra di Spalletti sarà rappresentato dalla complicatissima trasferta di Torino dove affronterà la Juventus. Mai come in questo momento dunque servirebbe ritrovare il rendimento migliore possibile da parte di tutti i giocatori a disposizione, compreso ovviamente Perisic.

Federico Ceste

© Riproduzione riservata