SASSUOLO NAPOLI 1-1

NAPOLI FERMATO SUL PAREGGIO A SASSUOLO. A BERARDI RISPONDE INSIGNE

250
stampa articolo Scarica pdf

Così non va, si riducono a 5 i punti di distacco dal Milan, terza forza del campionato, e si rischia di buttare all’aria una stagione che fino a qualche settimana fa vedeva il Napoli lottare per la testa della classifica. A Sassuolo c’era un solo risultato, si doveva subito rispondere alla squadra di Gattuso che aveva battuto il Chievo nella serata di sabato e invece no, il Napoli avrà anche la testa all’Europa League, ma non si deve fare l’errore di sedersi in campionato. Non si deve avere la prosopopea che il secondo posto sia dovuto per chissà quale volere divino. Ancelotti dovrà fare un gran lavoro di testa ai suoi giocatori, bisogna restare concentrati e cattivi come fino a 15 giorni fa.

Ancelotti sceglie Ospina in porta, Malcuit, Chireches, Koulibaly e Gholam in difesa a quattro, Ounas e Verdi sulle fasce con Allan e Diawara al centro, Insigne e Mertens in avanti con Milik e Callejon a scalpitare in panchina.

De Zerbi con Duricic unica punta con Berardi e Boga a girare intorno.

Ottima partenza del Napoli, controlla la gara e prova a spingere sulle fasce con Ounas e Verdi. Al 9’ Insigne serve in profondità Mertens in vantaggio su Demiral, ma il turco recupera in extremis e salva il Sassuolo. Al 22’ rispondono i neroverdi con Boga, ma la palla sfila di poco a lato, 2 minuti dopo ci prova Lirola, non trovando, però, la porta. Al 25’ ancora assist di Insigne per Ounas, ma in scivolata Ferrari riesce ancora una volta a impedire al Napoli di centrare la porta. 29’ Pegolo compie un gran intervento su Insigne servito da Allan, mentre Verdi al 33’ non trova la porta di sinistro da ottima posizione. 38’ Rogerio spedisce fuori appena entrato in area del Napoli, ottima occasione per il Sassuolo. Si va al riposo con lo 0 a 0.

Ripresa con immediato il gol del Sassuolo. 52’ Berardi approfitta di un cross di Boga, mal gestito dalla difesa del Napoli, che di destro colpisce forte da due metri dalla porta e, complice una deviazione, trova il gol del vantaggio. Berardi non segnava su azione da tempo immemore, più di un anno di astinenza. Prova a rispondere Koulibaly di testa al 58’, ma la mira è sbagliata. Dentro Milik per Verdi, Younes per Ounas, Napoli all’attacco per cercare di pareggiare. Al 75’ ci prova Diawara dalla distanza, ma Pegolo effettua una grande parata. Al 78’ gran contropiede di Boga che offre a Magnanelli una bella palla che però spara alta. Al 86’ pareggio del Napoli, Insigne approfitta di una distrazione in area del Sassuolo e di destro a giro fa 1 a 1. Al 92’ Milik ha la palla del 2 a 1 sul sinistro, Pegolo ancora una volta dice di no.

Finisce 1 a 1, il Sassuolo ha meritato il pareggio giocando una gran partita. Il Napoli deve fare di più, la sconfitta con la Juventus è lontana, c’è stata di mezzo la coppa, non si possono fare più questi mezzi passi falsi. È difficile restare concentrati quando già sai che la Juventus è a + 19, ma il secondo posto è vitale, rischiare di venire risucchiati nella lotta terzo e quarto è un rischio che Ancelotti non deve correre. Milan, Inter, Atalanta, Lazio e Torino corrono come non mai e sarebbe un peccato rimettere in gioco anche il secondo posto, si profilerebbe davvero il presupposto per una stagione davvero fallimentare.

GIUSEPPE CALVANO


© Riproduzione riservata