Torino-Shakhtyor Soligorsk 5-0 Terzo Turno Preliminare Europa League 2019-'20

Torino-Shakhtyor Soligorsk 5-0 Terzo Turno Preliminare Europa League 2019-'20

I granata annichiliscono lo Shakhtyor (volenteroso e nulla più): il 5-0 trasforma il ritorno in Bielorussia in una formalità.

149
stampa articolo Scarica pdf

Il Torino compie appieno il proprio dovere, vincendo in goleada coi volenterosi (e nulla più) bielorussi dello Shakhtyor: le reti granata portano le firme di Andrea Belotti (doppietta), Armando Izzo, Lorenzo De Silvestri e Kevin Bonifazi.

Dopo un decente primo tempo, nel quale hanno mancato la loro unica (ghiotta) opportunità (sarebbe stata la rete dell'1-2), nella ripresa gli ospiti si sono lentamente squagliati come neve al Sole: l'ultima mezz'ora è stata, infatti, un monologo del Toro, che avrebbe potuto addirittura realizzare anche la sesta mnarcatura.

I granata sbloccano la situazione al 2', cioè al primo affondo, sugli sviluppi di un calcio di punizione: Baselli scodella in area, dove il “Gallo” Belotti è il più lesto di tutti a inzuccare in rete l'1-0 torinista.

Rotto il ghiaccio (compito che è sempre il più difficile, nei confronti con squadre intente solamente a chiudersi), i granata giocano in scioltezza, trovando il raddoppio già al 15', quando, da azione da calcio d'angolo, Izzo incorna in rete un cross di Ansaldi, “bruciando” Antic.

Al 18', sugli sviluppi di un'azione di contropiede, Belotti viene fermato dalla difesa bielorussa: la sfera giunge al vicino Zaza, che chiama l'estremo difensore ospite alla parata bassa.

Il Toro gestisce la situazione, rischiando però grosso al 36': sugli sviluppi di un calcio di punizione, infatti, Rybak, dopo aver saltato Izzo ed essersi presentato solo dinanzi a Sirigu, spreca tutto alzando troppo il pallonetto, coi granata che tirano un gran sospiro di sollievo.

La prima frazione termina, quindi, sul 2-0 torinista.

Dopo un inizio di ripresa così così (ma senza rischiar nulla), il Toro sale in cattedra, mentre i bielorussi calano alla distanza.

Al 54', velo di Belotti per Zaza, che con un sinistro di prima chiama all'intervento il portiere ex sovietico Klimovich, bravo nel distendersi alla sua destra e a respingere in calcio d'angolo.

Il tris piemontese è, però, solamente rimandato al 63', quando Belotti trasforma un calcio di rigore procurato da Berenguer (fallo di Rybak): rasoterra preciso, con palla a destra e portiere a sinistra per il 3-0.

Il Toro gioca sul velluto, sfiorando la quarta rete al 70' con Zaza (incornata da calcio d'angolo a lato di pochissimo) e trovandola un minuto più tardi con De Silvestri.

La rete del 4-0 è onestamente fortunosa: lancio di Belotti per Zaza, sinistro di prima respinto da portiere, sulla respinta si avventano De Silvestri e il difensore Antic, con quest'ultimo che nel tentativo di liberare fa carambolare la sfera sul granata, creando una parabola che termina la sua corsa in fondo al sacco, beffando l'estremo difensore ospite.

Al 76' giunge addirittura il 5-0, con Bonifazi lesto nel depositare in rete da pochi passi una corta respinta del portiere Klimovich su una punizione dello scatenato Belotti.

Coi bielorussi ormai svaniti, al 78' i granata vanno vicino al sesto centro col solito Belotti, che, a tu per tu con Klimovich, mette di poco a lato.

Finisce, quindi, 5-0, col ritorno in terra bielorussa trasformato in pura formalità, che va comunque affrontata con la massima concentrazione e con il massimo rispetto, anche se è indubbio che il pensiero sia già rivolto al Wolverhampton, vittorioso per 4-0 in Armenia col Pyunik Erevan e, quindi, quasi sicuro (più sicuro che quasi) avversario dei granata nel prossimo turno.

Giuseppe Livraghi


TORINO-SHAKHTYOR SOLIGORSK 5-0 (2-0)

RETI: Belotti al 2', Izzo al 15', Belotti su rigore al 63', De Silvestri al 71', Bonifazi al 76'.

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo (dal 46' Bonifazi), N'Koulou (dall'85' Singo), Bremer; De Silvestri, Baselli, Meité, Ansaldi; Berenguer (dal 77' Rincon); Zaza, Belotti. Allenatore: Mazzarri.

SHAKHTYOR SOLIGORSK (4-3-1-2): Klimovich; Matverichik, Rybak, Sachivko, Antic; Burko; Khadarkevich (dal 66' Yanush), Balanovich (dal 73' Khvashchinskiy); Ebong; Kovalev, Bakaj (dal 77' Visnakovs). Allenatore: Tashuyev.

ARBITRO: Daniel Bogdan Stefański (Polonia).

© Riproduzione riservata

  • Articolo Precedente

  • Prossimo Articolo