FIORENTINA NAPOLI 3-4 Stagione 2019/20

CALCIO D'AGOSTO O NO, IL NAPOLI PASSA A FIRENZE E RISPONDE SUBITO ALLA JUVENTUS. CORSA SCUDETTO INIZIATA NEL MIGLIORE DEI MODI.

144
stampa articolo Scarica pdf

È calcio d’agosto? Dal risultato sembra proprio di si, tanti gol realizzati, difese allegre, condizioni fisiche precarie e squadre lunghissime. Bellissima partita al Franchi di Firenze, il Napoli porta a casa i primi tre punti del campionato rispondendo subito alla Juventus vittoriosa a Parma nel pomeriggio. Ancelotti non si nasconde, schiera subito la nuova difesa, Koulibaly accanto a Manolas sulla carta sono una della coppia più forti non solo in Italia ma anche in Europa, Callejon ancora decisivo con assist e gol e Insigne e Mertens che trovano gol alla prima partita. Da aggiungere Di Lorenzo che sembra aver giocato da sempre sulla corsia di destra del Napoli. I tre gol presi sono un brutto segnale ma contro la Fiorentina tante difese prenderanno gol con molta facilità. Tante cose positive, qualche equilibrio da trovare ma il Napoli dimostra che fin dal 24 agosto vuole stare attaccata alla Juventus, nessun altro pensiero che provare a vincere. Ancelotti lo ha detto chiaramente al suo popolo, adesso o mai più aspettando l’ultimo regalo del Presidente De Laurentiis…

Cronaca.

Ancelotti sceglie Meret in porta, Di Lorenzo subito titolare sulla corsia di destra, Manolas e Koulibaly centrali di difesa con Mario Rui a sinistra, Callejon Fabian Ruiz sulle fasce, Allan e Zielinski a centrocampo con Mertens e Insigne di punta. Fiorentina con Ribery e Boateng in panchina, Montella sceglie Pulgar, Chiesa e Vlahovic per la fase offensiva. Badelj si riprende il centrocampo viola dopo la parentesi laziale.

Parte subito forte la Fiorentina, padrona del campo con pressing alto e grande ritmo cercando di non far ragionare il Napoli di Ancelotti. Al 6’ subito Var in campo con Massa che controlla al video un tocco di mano di Zielinski, rigore e grande occasione per i viola di passare in vantaggio. Pulgar si incarica della battuta e non sbaglia spiazzando Meret, Fiorentina in vantaggio.

Prova subito a reagire il Napoli con Fabian Ruiz ma Dragowski blocca. Al 20’ Milenkovic ci prova di testa ma palla di poco a lato. Il Napoli prende campo mentre la Fiorentina ripiega sulle volate di Chiesa e Sottil, imprendibili in questi minuti iniziali della partita. Al 38’ perla di Mertens che regala il pareggio alla squadra di Ancelotti, palla sporca nella difesa viola, Insigne serve Mertens al limite che una volta liberatosi di Pezzella trova l’angolo a giro con Dragowski non proprio incolpevole.

Due minuti e possibilità di raddoppio per il Napoli, fallo di Castrovilli su Mertens o almeno cosi è sembrato per l’arbitro Massa e per il check del Var, rigore che Insigne trasforma con grande freddezza. Napoli in vantaggio alla fine del primo tempo, risultato forse non proprio giusto per quello visto sul campo.

Ripresa con la Fiorentina subito vogliosa di riprendere il risultato, al 51’ ci prova Sottil ma la palla finisce fuori di poco la porta di Meret. 52’ pareggio viola, corner di Pulgar e Milenkovic di testa realizza la rete con uno stacco imperioso. 2 a 2 e tutto ritorna in gioco.

Ci prova Chiesa al 55’ ma non trova la porta con il destro. 56’ e il Napoli torna in vantaggio, ottima combinazione Insigne Callejon con lo spagnolo che di destro trova l’angolino lontano con il portiere viola battuto per la terza volta. Montella sceglie Boateng al posto di Vlahovic e ci mette davvero poco per entrare in partita. L’ex Milan prima colpisce di controbalzo con Meret che blocca, poi realizza il 3 a 3 con un rasoterra telecomandato sul secondo palo con il portiere del Napoli che può solo raccogliere il pallone in fondo alla rete.

67’ ancora Napoli in vantaggio, combinazione solita da sinistra verso destra con Callejon a ricevere, cross immediato al bacio al centro dell’aerea e per Insigne è un gioco da ragazzi appoggiare in rete da pochi passi di testa. Solita azione del Napoli, sono anni che lo spagnolo fa quel movimento e sia Mertens che Insigne sono precisi nel servire e realizzare sul seguente cross.

Entra in campo Ribery per Sottil, emozioni altissime al Franchi.

Il francese ci mette un po' a entrare in partita, ma al 91’ viene strattonato sulla linea dell’area di rigore da Hysaj, per Massa è tutto regolare sotto i fischi del Franchi. Il Var non interviene e la partita termina 3 a 4.

Giuseppe Calvano

© Riproduzione riservata