BERRETTINI DA URLO A FLUSHING MEADOWS . L’ ITALIA DEL TENNIS ESULTA .

BERRETTINI DA URLO A FLUSHING MEADOWS . L’ ITALIA DEL TENNIS ESULTA .

Il romano Matteo Berrettini incanta sul cemento di New York distruggendo in 3 set il russo Andrej Rublev ed approdando ai quarti di finale dell’ultima prova del grand slam .

131
stampa articolo Scarica pdf


Il romano Matteo Berrettini incanta sul cemento di New York distruggendo in 3 set il russo Andrej Rublev ed approdando ai quarti di finale dell’ultima prova del grand slam .

Servizio da top ten , rovescio solido e dritto “scafonato” , come ama definirlo il suo allenatore ed ex giocatore , anche lui di Roma , Santopadre, ma soprattutto grande solidita’ mentale per il giovane italiano che nei momenti difficili del match , soprattutto nel tie break del terzo set , ha dimostrato di essere maturo per scalare la classifica mondiale.

E l’impresa e’ tanto bella quanto importante se si pensa che era dal 1977 che un italiano non arrivava nei quarti di finale degli Us Open. Ci era riuscito Barrazzutti, sulla allora terra verde di Forrest Hills, ma chi se lo ricordava ?

Una prova maiuscola del futuro top 20 del mondo (punti pesanti anche per la classifica Atp) che partiva sfavorito contro un giocatore in gran forma, che nel turno precedente aveva fatto fuori il fuoriclasse “pazzo” Kyrgios e che aveva persino osato battere re Federer in quel di Cincinnati .

La cronaca parla chiaro con il 23 enne italiano che ha travolto Rublev nei primi due set grazie ad una maggiore solidita’ nei colpi in risposta ed a dritti sparati come mattoni dalla parte dello spaesato russo , apparso molto nervoso e falloso .

Il terzo set invece e’ stato durissimo ed incerto ma allo stesso tempo emozionante con colpi vincenti da entrambe le parti . Piccolo passaggio a vuoto dell’italiano quando poteva chiudere la partita sul 6-5, ma subito dopo un tie break al cardiopalma portato a casa con intelligenza e freddezza , da gran campione , regalava finalmente i quarti di finale dello slam americano che gia’ hanno portato fortuna e gloria al tennis italiano , anche se in gonnella .

Ed ora comincia il bello ?

Cristian Coppotelli

© Riproduzione riservata