Manuel Lazzari: Da Colpo Annunciato Ad Innesto Decisivo

Simone Inzaghi l'aveva chiesto da tempo. E' arrivato con un anno di ritardo, ma Manuel Lazzari in due partite si è dimostrato l'innesto decisivo nell'undici biancoceleste

106
stampa articolo Scarica pdf

Sono stati sufficienti un ottimo precampionato e due giornate di Serie A per ufficializzare quanto pronosticato ormai da tempo: Manuel Lazzari è esattamente il giocatore che serviva alla Lazio di Simone Inzaghi. Anzi, è esattamente il giocatore che serviva già un anno fa e lo sapevano tutti, l'allenatore per primo. E' da tempo che Inzaghi aveva avanzato la richiesta di questo giocatore: per il suo 3-5-2 è sempre stato il profilo perfetto, ma l'acquisto non si è concretizzato e Lazzari è rimasto a Ferrara, alla Spal, una stagione in più. Ha contribuito in modo decisivo alla salvezza dei suoi con quattro giornate di anticipo e si è rivelato così il miglior terzino della Serie A per numero di dribbling. Un miracolo averlo trattenuto in provincia un anno in più, ma il salto di qualità era fisiologico e il modulo di Simone Inzaghi prevedeva il suo inserimento.

Detto fatto

Con dodici mesi di ritardo, in cui la Lazio ha evidentemente sofferto in quel reparto, è arrivato Manuel Lazzari. Pronto e da subito perfettamente inserito nel gruppo, così come piace a Mr Inzaghi, ha convinto tutti. Ha preso il posto di Marusic che, complici problemi fisici, non dà garanzie di affidabilità. Si è messo in evidenza nel corso del ritiro estivo e delle amichevoli disputate dai biancocelesti e pensare che rischiava di dare forfait per una frattura alla mano che rischiava di complicare i piani laziali. Invece  riuscito e giocatore a completa disposizione con una prova a Marassi contro la Sampdoria a dir poco perfetta.

Ha bissato la buona prestazione anche nel derby. Qualche sbavatura, forse, ma il duello con Kluivert è stato il più divertente del match e a farne le spese è stato il romanista: con le sue continue accelerazioni il biancoceleste è stato imprendibile su quella fascia. Ha sfiorato il gol e uno l'ha pure messo a segno nel finale, annullato perchè irregolare.

Sarebbe stato il gol vittoria, il suo primo all'esordio casalingo in un derby.  

Insomma, se ci fossero ancora dubbi, avrebbe dimostrato per l'ennesima volta quali sono i veri colpi di mercato. Senza nomi esotici nè cifre assurde, quello che era un colpo annunciato è il colpo giusto: tra i 9 e i 10 milioni, più il cartellino di Murgia, l'innesto ad hoc per l'undici di Simone Inzaghi ha le carte in regola per essere l'innesto più riuscito del calciomercato biancoceleste. 

Enrica Di Carlo

Foto  Roberto Proietto

© Riproduzione riservata