Si Riparte Con L’infermeria Sold Out.

A sole due giornate dalla ripresa del campionato, la Roma di Fonseca è già costretta a fare i conti con gli infortuni. Anche il rinnovato staff di preparatori non ha saputo mettere freno agli infortuni muscolari con cui i giallorossi continuano a fare i conti dallo scorso anno.

112
stampa articolo Scarica pdf

Si riparte con l’infermeria sold out.

A sole due giornate dalla ripresa del campionato, la Roma di Fonseca è già costretta a fare i conti con gli infortuni. Anche il rinnovato staff di preparatori non ha saputo mettere freno agli infortuni muscolari con cui i giallorossi continuano a fare i conti dallo scorso anno. Cambiano i nomi (e nemmeno del tutto), ma lo scenario è sempre lo stesso. Dopo Perotti, Zappacosta e Spinazzola, arriva ora anche lo stop di Cengiz Under, infortunatosi in allenamento alla vigilia del match contro l’Andorra.

L’attaccante che, dopo l’infortunio e il finale altalenante della scorsa stagione, sembrava finalmente sulla strada della ripresa, è rientrato “sconfitto” a Trigoria per intraprendere subito un percorso di recupero e sottoporsi a tutte le visite e analisi del caso.

La diagnosi parla di lesione al bicipite femorale della coscia destra e uno stop minimo di 3/4settimane. Per il giovane attaccante, si tratta del 3 problema muscolare in meno di un anno e speriamo che questo non comprometta eccessivamente il suo recupero anche dal punto di vista mentale. Il classe ’97, tra i primi ad essere confermato da Fonseca al suo arrivo a Roma, rappresenta (anche in vista del triplo impegno giallorosso tra campionato, Europa League e Coppa Italia) uno dei punti di forza della squadra e una sua prolungata assenza creerebbe non poche difficoltà al gioco di Fonseca e della Roma, visto anche il già preoccupante affollamento in infermeria.

A questo punto, sarà fondamentale per il CT accelerare il più possibile l’inserimento in rosa di Mkhitaryan, primo candidato a prendere il posto del turco. Importante sarà anche la crescita di Kluivert, per non rimanere a corto di esterni, dal momento che, al momento, Fonseca non può contare nemmeno sullo spostamento in avanti di Florenzi, costretto a rimanere in difesa per il black out di Zappacosta e Spinazzola.

Per De Sanctis, non c’è ancora da preoccuparsi, per i tifosi invece c’è da preoccuparsi e parecchio, visto che lo spettro infortuni lo hanno ancora ben stampato davanti agli occhi.

Per ora non resta che attendere gli sviluppi delle analisi e del recupero di un ragazzo altamente dotato e con una gran voglia di mettersi in gioco che, speriamo, possa servire da rimedio naturale per una sua rapida ripresa.

Foto di copertina di Emanuele Gambino 

Alessia Graffi

© Riproduzione riservata