LA JUVE E LA FIORENTINA NON SI FANNO MALE

Brutto zero a zero in una partita giocata meglio dalla Fiorentina, che trova il suo primo punto stagionale. Juve in affanno, spesso sopraffatta dall’agonismo viola. La mano di Sarri non si vede e gli infortuni muscolari sono un campanello d’allarme in vista della Champions.

109
stampa articolo Scarica pdf

Al Franchi esordio in panchina per Sarri. Sua mamma, tifosa viola, sarà in tribuna d’onore invitata da Montella. Confermata la formazione che ha battuto il Napoli, con l’eccezione di Danilo al posto dell’infortunato De Sciglio.  Fiorentina con la difesa a tre e robusto centrocampo davanti a Chiesa e Ribery. Dura solo sei minuti la partita di Douglas Costa, sostituito per infortunio muscolare dall’ex Bernardeschi che si procura una punizione, battuta da CR7 e respinta dalla barriera. Bene e con personalità Castrovilli a centrocampo, nei viola. Severo Irrati, che ammonisce Pjanić per fallo su Ribery. Rischia tantissimo Szczęsny rinviando su Chiesa e, successivamente su Ribey, dopo una leggerezza di De Ligt. Meglio i viola nel primo quarto d’ora che conclude sul primo palo con Ribery al diciottesimo. Buona conclusione di Matuidi respinta da Dragowski in seguito ad una buona azione sulla fascia destra e cross di Khedira. Interessante la sfida a distanza tra i due portieri polacchi. Fiorentina molto aggressiva, fin dalla partenza dell’azione bianconera, sui portatori di palla. Juve sottotono. Male Higuain e Ronaldo che non trovano spazio per esprimere il gioco nell’intasato centrocampo viola. Graziato Pulgar per un fallo su Ronaldo da Irrati che non può non estrarre il cartellino per Chiesa che, con troppa irruenza, commette fallo su De Ligt. Ammonito al trentaseiesimo l’azzurro. Dalbert impegna Szczęsny con un colpo di testa al quarantunesimo. Pjanić non ce la fa, infortunio muscolare anche per lui, sostituito da Bentancur. Infermeria che inizia a preoccupare Sarri in vista della Champions. Brutto primo tempo e brutta Juve. Si riparte, dopo un lunghissimo intervallo, con De Ligt che prende il giallo per fallo su uno scatenato RIbery, liberato da un errore in palleggio di Bentancur. Doppia occasione per la Fiorentina al minuto 53 e 54. Davvero male la Juve, attaccata dall’efficace pressing viola. Szczęsny insicuro, il peggiore tra i bianconeri. Male anche Bentancur, impalpabile Bernardeschi. Evanescenti Ronaldo e Higuain. Poco sicuro Danilo, costretto ad uscire allo scoccare dell’ora di gioco. Juve che ha esaurito i cambi per infortuni. In campo Cuadrado che, al sessantaquattresimo, serve Ronaldo su una ripartenza. Tiro debole parato a terra. Fiammata della Juve al minuto 74. Salvataggio di Pezzella che toglie il tiro a Ronaldo su assist di Khedira, che non se la sente di tirare. Fiorentina in calo e Juve che cerca di sfruttare i ritmi più bassi. Ammoniti prima Castrovilli per fallo tattico su Ronaldo in ripartenza veloce e poi Bentancur per fallo su un convincente Castrovilli. Squadre stanche che sembrano accontentarsi. Ronaldo tenta la rovesciata ma viene segnalato in fuorigioco al minuto 85. Con Cuadrado a terra, colpito duro da un avversario, Montella indica ai suoi di proseguire e tuona su Irrati che blocca il gioco per consentire i soccorsi al colombiano. Boateng, subentrato a Ribery, mette a lato nel recupero. Finisce qui una bruttissima partita.

Di Massimiliano Piccinno

© Riproduzione riservata