Tartu Capitale Europea Della Cultura 2024

Tartu Capitale Europea Della Cultura 2024

Un anno dedicato alle esperienze culturali in Estonia

stampa articolo Scarica pdf

La città di Tartu è stata a lungo considerata il centro culturale del Paese; la sua tradizione di città universitaria l'ha sempre resa il punto di riferimento intellettuale dell'Estonia.

Il prossimo anno, Tartu 2024 sarà l'evento principale dell'Estonia e offrirà un'ampia gamma di attività culturali, mostre, festival e molto altro ancora. Nell'ambito dell'iniziativa "Capitale europea della cultura", l'evento mira ad attirare i visitatori alla scoperta della città e della regione dell'Estonia meridionale, mettendo in risalto la cultura locale e internazionale.

Tartu, la seconda città più grande dell'Estonia caratterizzata da spazi verdi urbani, dalla prestigiosa università, dalle imprese innovative, da una vivace cultura del caffè e dal fiume Emajõgi che taglia in due la città, sarà al centro della scena. Il programma, intitolato "Arts of Survival", si concentra sulla sostenibilità, la co-creazione e l'unicità locale.

I punti salienti degli oltre 1.000 eventi e dei 350 progetti del 2024 comprendono mostre d'arte contemporanea, esposizioni surrealiste, tour architettonici ed esperienze culturali uniche. L'inaugurazione avrà luogo il 26 gennaio 2024 presso le rive del fiume Emajõgi con lo spettacolo "All Becomes One", un evento che esprime l'interconnessione dei popoli.
Il variegato programma celebra la cultura estone, le tradizioni della sauna e molto altro ancora, rendendo Tartu 2024 un anno di scoperte culturali in Estonia.

Un programma ricco di attività

Il 2024 sarà un anno ricco di attività culturali e l’Estonia offrirà un’ampia gamma di esperienze diverse, dall’arte alla musica, fino alla cucina, tutte volte a valorizzare la città di Tartu e la sua cultura.
Tra le uniche ed imperdibili mostre d’arte che verranno proposte ci sarà l’ArCo3, a partire dal 1° marzo al 30 novembre 2024. Verranno esposte opere d'arte contemporanea d'avanguardia in contesti inaspettati, in quattro località dell'Estonia meridionale note per il loro patrimonio naturale, culturale, scientifico e industriale.

Nella città di Tartu avrà luogo dal 15 marzo all’8 settembre, la Mostra internazionale all’Estonian National Museum - Surrealism 100 - in collaborazione con la Galleria Nazionale di Praga e il Museo d'Arte di Tartu. Tra le opere esposte spiccheranno il surrealismo alternativo estone di Kris Lemsalu e una rassegna dell'opera di Ilmar Malin.

Dal 25 giugno al 15 settembre avrà luogo Wild Bits, la mostra all’aperto di Maajaam, la fattoria tecnologica e artistica dell'Estonia meridionale che presenterà opere d'arte di artisti estoni e internazionali inseriti in un contesto di campagna, boschi e prati.

Durante tutta l’estate, fuori Tartu si snoderà la Via dell’Arte - Out of Town Art Festival - dal 6 luglio 2024 fino al 31 gennaio 2025, dove i paesaggi della municipalità saranno decorati con murales, sculture ecologiche e installazioni. La cura per la natura è una parte importante del processo creativo: le opere sono progettate per invecchiare con l'ambiente e la cultura verde sarà discussa in workshop durante il festival.

Per tutti gli appassionati d’arte ci sarà la possibilità di utilizzare la Museum Card: questa permetterà l’accesso ad oltre 100 musei in tutta l'Estonia, comprese le mostre permanenti dell’Estonian National Museum.

Verrà inoltre valorizzata l’architettura con l’Architour, dal 1° aprile al 31 ottobre: un'escursione che comprende quattro visite architettoniche e storiche guidate da storici locali. I visitatori potranno conoscere l'architettura delle fattorie collettive del XX secolo, l'arte monumentale nascosta di Tartu, gli edifici scolastici del XX secolo nell'Estonia meridionale e la zona di via Arhitekti a Tartu.

L’Open House Tartu 2024, 20-21 aprile, offrirà l’occasione di accedere ad una variegata collezione di edifici nello spazio urbano di Tartu, durante il fine settimana. Gli appassionati di architettura e cultura potranno scoprire strutture e spazi a cui non potrebbero accedere in genere. L'obiettivo dell'evento Open House sarà promuovere la conoscenza del design, dell'architettura e dello spazio urbano e la partecipazione al loro sviluppo.

Tra gli altri eventi che saranno organizzati a Tartu, ce ne sarà uno dedicato interamente alla sauna, parte integrante e fondamentale della cultura e della vita estone. Questo festival - Naked Truth - che avrà luogo il 10 e 11 maggio, permetterà agli ospiti di conversare e confrontarsi tra loro, con discussioni ospitate in saune pop-up, che celebreranno il discorso sotto forma di cultura della sauna.

Per tutti gli amanti della musica e dei festival, Tartu proporrà diversi concerti ed eventi musicali.
Kissing Tartu, il 18 maggio, sarà un grande concerto senza precedenti nella piazza del municipio, sotto la famosa statua degli studenti che si baciano. Verranno proposti alcuni dei brani più noti dell'Eurovision Song Contest e un evento di baci di massa che si prevede attirerà oltre 10.000 visitatori e sarà trasmesso in TV, raggiungendo persone in tutta Europa.

Aigu Om! 2024, dal 15 al 21 luglio celebrerà l'armonia tra musica e natura con una serie di concerti, con bagni nella foresta e passeggiate culturali guidate da pensatori e artisti estoni, pesca arcaica alla tracina, cinema all'aperto e laboratori di medicina popolare e cultura alimentare, tutti questi eventi avranno come denominatore comune la foresta.

Pagan Folklore Night, che si svolgerà il 24 agosto al Kubija Song Festival Grounds nell'ambito delle celebrazioni per il 240° anniversario della città di Võru, combinerà il folklore, teatro, spettacoli di luce e natura e vedrà la partecipazione di attori e ballerini provenienti dalle contee di Saare, Viru, Harju, Võru e Seto. Ci saranno anche cinque feste simultanee con spettacoli in luoghi diversi basati sui racconti fantastici di Juhan Jaik, in cui verranno portate in vita le credenze ancestrali e le tradizioni pagane di diverse regioni dell'Estonia. Il tutto culminerà in festeggiamenti musicali a mezzanotte.

Uno dei più antichi festival di arte di strada in Europa è Stencibilty Goes Europe, che si terrà dal 7 giugno al 1° agosto. Negli ultimi 12 anni è diventato un importante punto di incontro per gli artisti di strada dell'Estonia e del resto d'Europa. Il festival presenterà disegni sulle strade della città, case abbandonate e diverse mostre. Inoltre, la più grande mostra di adesivi d'Europa vedrà 100.000 adesivi di artisti di tutto il mondo esposti su un autobus che girerà per la città di Tartu.

Kanepi Hemp Festival, che si terrà il 19 e 20 luglio valorizzerà la coltivazione della canapa industriale, un trend in crescita nel mondo e ora anche nell'Estonia meridionale. Questo festival della canapa, della durata di due giorni, analizzerà il ruolo della canapa nell'agricoltura e nella cultura del patrimonio, nonché la sostenibilità ambientale e i vincoli della sua coltivazione.

Infine, a Tartu si terranno anche attività adatte per gli amanti della gastronomia. Con il Pühajärve Beach Gourmet 2024, festival gastronomico internazionale, che si terrà il 13 e 14 settembre, i visitatori potranno godere di un'esperienza culinaria e culturale che riunirà i migliori chef locali, produttori di cibo e artisti dello spettacolo nella piazza principale di Otepää.

Il programma completo degli eventi e l’acquisto dei biglietti, dove possibile, sono disponibili qui: tartu2024.ee.

A proposito dell’Estonia

Natura, cultura, arte, storia, ma anche innovazione e modernità sono le innumerevoli esperienze racchiuse in un viaggio in Estonia, paese dalle mille sfaccettature, con una popolazione di 1.300.000 abitanti su una superfice di 45.300 kmq, che aspetta solo di essere scoperto. Un arcobaleno di colori. Dal verde dei boschi, che occupano il 51% del paese, al blu del mare e degli innumerevoli corsi d’acqua e laghi, al rosso e viola dei tramonti infuocati, dal bianco candore delle immense distese di neve nei mesi invernali agli innumerevoli toni di giallo e marrone delle torbiere: un vero piacere per gli occhi e per la mente.

Dalle lunghe notti d’estate a una sorprendente “quinta stagione”, fino a una combinazione di profumi baltici, nordici e scandinavi, l’Estonia è un mistero che si svela ai viaggiatori curiosi, liberi di esplorare a modo proprio un luogo unico e senza tempo. Qui la natura la fa da padrona, ma al contempo un rapido sviluppo tecnologico ha contribuito a rendere l’Estonia un paese digitale e uno dei più informatizzati al mondo, combinando con molta semplicità tradizione e innovazione, l’architettura del legno con gli ambienti tecnologici più innovativi. Qui tutto si può fare online, tranne sposarsi e divorziare!

Un viaggio in Estonia combina la voglia di perdersi nella natura con il desiderio di rivivere tradizioni storiche come una visita alla città di Tallinn, patrimonio mondiale dell’UNESCO, il cui centro medioevale è uno dei meglio conservati al mondo. E non si può certo dimenticare Tartu nel sud del paese, la più antica città baltica, sede della prima università del nord Europa. L’Estonia vi sorprenderà col calore dei suoi abitanti, i mille sapori della sua variegata cucina, i colori della natura, la sua storia e le sue tradizioni.


© Riproduzione riservata