Droog A Different Perspective On Design

Ad Amsterdam per scoprire una casa del XVII secolo dove un famoso collettivo di designer olandesi presentano articoli di arredamento e prodotti di design industriale famosi in tutto il mondo

111
stampa articolo Scarica pdf

Benvenuti al Droog store, il regno del design nordeuropeo che è riuscito dall’Olanda a imporsi in tutto il mondo. Una casa del XVII secolo a Staalstraat, nel pieno centro storico di Amsterdam, è la splendida struttura che ospita questo contenitore di idee e di pensieri dove al piano terra vengono esposti oggetti e mobili progettati e prodotti da un famoso collettivo di designer olandesi che si rifanno a uno stile "asciutto, secco" proprio come il significato in olandese della parola “droog”.

I fan del design ma anche gli amanti del bello e del particolare non possono prescindere da una visita a questo luogo quasi incantato che integra elementi storici con la modernità delle proposte esposte senza alcuna forzatura ma, anzi, creando quasi un certo filo conduttore. Sgabelli, poltrone, cassettiere e qualsiasi tipo di oggetto che accompagna i nostri gesti quotidiani finisce per esulare dall’uso comune per trasformarsi in una vera e propria opera d’arte nonostante forme semplici ed essenziali. Infatti, in contrapposizione al design griffato, la filosofia Droog privilegia un prodotto rigoroso, senza frange, che a volte, per conquistare un senso ha bisogno addirittura dell’azione del consumatore.

Droog Design prende vita nel 1993 da un’intuizione di Gijs Bakker e Renny Ramakers grazie al riscontro positivo che i due hanno avuto a Milano in occasione di una loro esposizione di prodotti di vari giovani designer, in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile. Da allora, rispettando sempre gli stessi principi di originalità e chiarezza, il duo ha sviluppato il concept di Droog sperimentando in diversi settori e avvalendosi di diversi designers fra cui alcuni diventati celebri come Marcel Wanders, Hella Jongerius, Tejo Remy, Richard Hutten e Jurgen Bey. Il risultato è un archivio con più di 150 prodotti creati da gruppi formati per i diversi progetti o commissionati individualmente da Baker e Renny Ramakers.

Ma il bello del Droog Store è anche la possibilità di essere vissuto nei suoi spazi dedicati all’intrattenimento con tanto di galleria dove di alternano mostre temporanee di design, arte e moda . Infatti, il piano superiore dell’edificio è occupato da un enorme café e tearoom dove vengono serviti diversi tipi di infuso, zuppe, torte fatte in casa e alcune specialità della gastronomia olandese che hanno come unica nota dolente un prezzario più alto rispetto alla media. Da non sottovalutare il giardino interno, sempre in stile, dove la viva vegetazione si alterna a sculture floreali in ferro. E per chi vuole vivere l’esperienza del design sino in fondo, c’è anche il Droog Hotel che, nel segno dell’esclusività, presenta una sola e unica stanza.

                                                                                                       Rosario Schibeci 

© Riproduzione riservata