MATTARELLA BIS UNICA VIA

I leader dei principali partiti trovano un’intesa per rieleggere Sergio Mattarella nel ruolo di presidente. Tutto secondo copione e tutti contenti, anche a Chigi

stampa articolo Scarica pdf

Ed alla fine torna tutto come era prima : Il capo dello Stato rimane Sergio Mattarella, che , in un incontro con i capigruppo di maggioranza, si e’ nuovamente reso disponibile al secondo mandato .

La decisiva svolta è arrivata dopo che il leader della lega Matteo Salvini , nella mattinata, aveva chiaramente aperto all’ipotesi di un bis , prendendo peraltro atto che nelle ultime votazioni i consensi per l’attuale presidente della Repubblica erano cresciuti in maniera importante.

“Se una parte del Parlamento non vuole trovare un accordo, allora chiediamo a Mattarella di restare. E così la squadra potra’ restare quella attuale con Draghi saldo a Palazzo Chigi. È la mia posizione, poi non so nemmeno se c’è un vertice. L’importante è che Mattarella non sia considerato come un ripiego dell’ ultimo momento”.

Nella stessa mattinata , inoltre , anche il presidente del consiglio Mario Draghi aveva avuto un colloquio di circa mezz’ora con il presidente della Repubblica e gli  aveva espresso l’auspicio che potesse rimanere al Quirinale

La decisione , aveva ribadito Draghi , rimaneva di ovvia prerogativa parlamentare ma gia’ lui si era speso e fatto sentire , nel segno della continuita’ , con tutti i leader della maggioranza di governo per caldeggiare una conferma di Sergio Mattarella al quirinale . 

Tutti sereni , quindi , di aver sbrogliato la matassa quirinalizia all’ ottava votazione , con la sola Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia , che dall’ opposizione se la prende col suo alleato di centrodestra : “ Non e’ possibile una cosa del genere . Non voglio credere che Salvini proponga di andare tutti a pregare Mattarella di fare un altro mandato da Presidente della Repubblica “.

Cosi’ , invece , si e’ espresso Silvio Berlusconi dopo aver avuto una telefonata con il presidente della Repubblica : “Qualche giorno fa, per senso di responsabilità e nell’interesse del Paese, avevo rinunciato alla mia candidatura, anche per favorire una soluzione unitaria e l' unita' oggi si può ritrovare soltanto intorno alla figura del Presidente Sergio Mattarella, al quale sappiamo di chiedere un grande sacrificio, ma sappiamo anche che glielo possiamo chiedere nell’interesse superiore del Paese, quello stesso che ha sempre testimoniato nei 7 anni del suo mandato".

Letta , invece , da sinistra , rimarca lo sfaldamento del centrodestra : “E’ evidente che la politica del trasformismo parlamentare non ha pagato . la politica e’ bloccata in un cortocircuito e la destra in questo ha un enorme peso . Mattarella e' un grande presidente e siamo felici di poterlo riconfermare“

Tutto cambia per non cambiare , quindi , e forse e’ meglio cosi’ per tutti vista l’ atavica incapacita’ della classe politica italiana di rinnovare e rinnovarsi

Di Cristian Coppotelli 

© Riproduzione riservata