I GIALLOROSSI STRAPAZZANO LA LAZIO: FINISCE 3-0 IL DERBY

I GIALLOROSSI STRAPAZZANO LA LAZIO: FINISCE 3-0 IL DERBY

José Mourinho sorprende tutti escludendo Zaniolo e schierando Oliveira a centrocampo a supporto di Cristante, sulla trequarti Mkhitaryan e Pellegrini. Ha ragione lui e la Roma vola

stampa articolo Scarica pdf

Alzi la mano chi si aspettava una partita ed una Roma cosi’ cinica , concreta , concentrata , in una parola: matura.

I giallorossi scacciano in un sol colpo le critiche e vincono il derby con un roboante 3-0 , sorpassando la Lazio in classifica.

Abraham micidiale: goal piu’ veloce in un derby e doppietta finale e con Pellegrini che mette la sua punizione dove solo i grandi del calcio sanno fare.

Ma partiamo dal pregara : José Mourinho sorprende tutti escludendo Zaniolo e schierando Oliveira a centrocampo a supporto di Cristante, sulla trequarti Mkhitaryan e Pellegrini, in avanti l’ imprescindibile Abraham. In difesa Ibanez preferito a Kumbulla, sugli esterni Karsdorp e , udite udite , il giovane Zalewski.

Si parte e subito il goal della Roma spacca la partita: angolo battuto da Pellegrini, la palla rimbalza sulla traversa e finisce sulla coscia dell’inglese che appoggia in rete.

La Lazio prova a reagire con Immobile ma si capisce subito che non e’ la sua giornata.

La Roma, infatti, ci mette poco a radoppiare e sempre con Abraham che riceve da Karsdorp un cross teso che insacca di piatto al volo.

Lo stadio esplode, la Roma ha in mano il doppio vantaggio gia’ al 22’ del primo tempo e si può permettere di gestire la partita con la Lazio completamente stordita.

Il primo tiro in porta per i biancoazzurri , infatti, arriva solo al 37’ con Felipe Anderson, ma Rui Patricio non fa una piega.

E siamo al 40’ quando Pellegrini tira fuori dal cilindro una perla rara : punizione alla Maradona che finisce a pulire la ragnatela sotto l’incrocio alla sinistra di Strakoscha

Negli ultimi minuti del primo tempo Mkhitaryan potrebbe infierire ma la traversa salva la Lazio.

Nella ripresa gli uomini di Sarri cercano di reagire ma senza mai incidere con i giallorossi che si difendono e provano ad addormentare la partita , riuscendoci per lunghi tratti .

Finisce in trionfo , con Mourinho che vince il suo primo derby ed i giocatori sotto la curva con uno scatenato Pellegrini , novello ultras, che sventola un bandierone come se fosse il suo.

La Roma c e’ e finalmente si vede.

Le pagelle di Roma-Lazio

RUI PATRICIO 6,5 Giornata tranquilla e questa e’ la notizia . Al minuto 37 il primo intervento poi praticamente fa lo spettatore

MANCINI 7 Concentrato e cattivo ma non ingenuo. Da’ sicurezza e la riceve da Smalling. Un gladiatore oggi.

SMALLING 7,5 Annulla Immobile . Sempre sicuro anche in fase di impostazione . Non sbaglia nulla . Vero leader dietro .

IBANEZ 7 Mossa a sorpresa di Mou. Bene su Immobile , benissimo su Felipe Anderson che non la prende mai. Perfetto oggi

KARSDORP 7 La corsa e il cross al bacio per Abraham. Concentrato . Ottima prova per lui

CRISTANTE 7,5 Cuce il centrocampo con freddezza. Indovina pure un grande assist per Abraham. Tra i migliori

OLIVEIRA 7 Evidentemente nelle ultime uscite si stava risparmiando per il derby . Corsa e pressing come finora non si erano mai visti. Fondamentale (80’ Veretout sv)

ZALEWSKI 7 Il ragazzo e’ gia’ maturo e non sente minimamente emozioni . La fascia e’ tutta sua oggi . (74’ Vina 6,5 : Aiuta e anche bene)

PELLEGRINI 8 Prima l’angolo che prende traversa e ribattuta vincente di Abraham, poi la punizione fenomenale. Perfetto anche in copertura. “Il capitano della Roma al derby”, quello che ogni tifoso giallorossa sogna (86’ Bove sv)

MKHITARYAN 7 Una traversa , tante ripartenze e tanti recuperi . Stagione fin’ ora da 9 per continuita’

ABRAHAM 9 Il gol più veloce del derby e il raddoppio al volo. Nella ripresa spreca il tris ed il 10 in pagella. La Roma ha un grande centravanti

MOURINHO 10 Lo special one e’ ancora lui . Litiga a distanza con Zeman e punzecchia Sarri nel prepartita ma rimane lucidissimo nelle scelte: Lascia il miglior talento della rosa in panchina (Zaniolo) e schiera un ragazzino di belle speranze (Zalensky) ma ha ragione lui , contro tutto e contro tutti . Non serve capirlo , non ci riusciremo mai . Imperatore

Di Cristian Coppotelli

Foto dal campo Roberto Proietto 

© Riproduzione riservata