PHOENIX GOSPEL CHOIR

PHOENIX GOSPEL CHOIR

PHOENIX GOSPEL CHOIR Il Gospel tra ricerca e contaminazione musicale Che Emozione il Gospel !Eh si’ perché Natale è anche musica Gospel.

stampa articolo Scarica pdf

PHOENIX GOSPEL CHOIR

Il Gospel tra ricerca e contaminazione musicale

Che Emozione il Gospel !

Eh si’ perché Natale è anche musica Gospel.

“E cosa credi che fossero gli spirituals, il blues e tutto il resto, se non il nostro inno, la nostra lode al Signore? E come credi che allora avrebbero potuto resistere i negri delle piantagioni senza di Lui, senza la fede, senza la speranza in Lui?”.Basterebbe questa frase di Louis Armstrong per comprendere come il Gospel non sia solo un genere musicale, ma rappresenti un'importante pagina nella storia degli uomini, che ha avuto ripercussioni significative dal punto di vista religioso, musicale e sociale.La musica nera è una musica di unità, che unisce la gioia e la tristezza, l’amore e l’odio, la fede e la disperazione di un popolo, che nella sua difficile condizione sociale, ha trovato nella musica e nella fede la forza per sopravvivere.Si è svolto a Terracina nella Chiesa del SS. Salvatore il Concerto del PHOENIX GOSPEL CHOIR, composto da circa 30 elementi con splendide voci soliste.Un concerto coinvolgente di musica Gospel tra il tradizionale e il contemporaneo; un repertorio che spazia dagli spiritual agli inni in stile classico, alle canzoni natalizie, con varie incursioni di altri generi musicali quali soul, pop, funky, R & B.Il Phoenix Gospel Choir nasce prorpio la sera di Natale del 2016, nella Concattedrale di Terracina, con circa dieci elementi. Si sceglie questo nome, alludendo al mito della Fenice che rinasce dalle ceneri, essendo i coristi provenienti da precedenti esperienze decennali in altri Cori Gospel.Accompagnati da una Band di musicisti con il quartetto Paolo Scandozza al Basso, Klajd Kalaja alla Chitarra, Gabriele Manzi al Piano e tastiere, Andrea D’Ascia alla Batteria, che ha arricchito e valorizzato il Coro.Tra le voci soliste ci sono Antonella Caiazzo, Valentina Liotti, Claudia Di Spigno, Luca Di Maio, Claudia Pica, Brianna Fronek, Giusi Ascaro e Francesco Toni.Cio’ che unisce i componenti del Coro sono la professionalità in ambito musicale di molti componenti che hanno studiato musica in Conservatorio, ma soprattutto la passione per il Gospel e la dedizione costante che unisce tutti i cantanti nello studio.L’allegria, il coinvolgimento, l’emozione fino alle lacrime, sono solo alcuni degli ingredienti di una miscela esplosiva fino a farti saltare dalla sedia lasciandoti coinvolgere nel canto e nel ballo.Sosteneva K. Gibran che “Il segreto del canto risiede tra la vibrazione della voce di chi canta e il battito del cuore di chi ascolta”.Si percepisce l’attenzione per il pubblico, la cura dei particolari nelle voci, nella gestualità e nei movimenti, negli arrangiamenti vocali e strumentali. Originali e coinvolgenti sono i mashup tra Spiritual e Gospel, tradizionali e contemporanei, e altri successi internazionali, che rappresentano una caratteristica originale e personale in casa PHOENIX.A dirigere il Coro lo stravagante Direttore Sergio Mangolini, assieme a una codirettrice Marilisa Forte e a una Vocal Coach Antonella Caiazzo.Una vera e propria Big Family musicale.I docenti hanno sempre più allargato i propri interessi musicali, partecipando a workshop, master e seminari tenuti da Maestri di calibro internazionale, come ad esempio la partecipazione alle varie edizioni di Gospel Connection, evento internazionale che si svolge ad Assisi, e in altre città italiane, fonte di grande ispirazione per il loro repertorio, per le tecniche vocali e la comunicazione con il pubblico.Un viaggio musicale in Gospel dunque, che smuove le nostre emozioni piu’ intime, fino a divenire un canto di gioia.Una forza travolgente e primordiale quella del Gospel, capace di coinvolgere chiunque perché la sua forza è quella di essere una musica che travalica le differenze di religione, di cultura e di razza, per diventare universalmente un'espressione della forza dell'uomo.Chi canta prega due volte”, diceva Sant’Agostino.E complimenti a chi diffonde la cultura musicale a Terracina

Francesca Rasi

© Riproduzione riservata